INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > > > > Palestre e centri fitness ad esercizio fisico di medio alta intensità

Palestre e centri fitness ad esercizio fisico di medio alta intensità

Requisiti minimi richiesti per palestre e centri fitness ad esercizio fisico di medio - alta intensità. Caratteristiche e ubicazione delle strutture, servizi di supporto per gli utenti, caratteristiche tecniche dei locali

Tali strutture di norma devono essere ubicate fuori terra o in ambienti considerati "fuori terra".

È consentito, purché situati in contesti consolidati e urbanizzati, applicabili solo per locali al primo livello seminterrati e/o interrati, previo ottenimento della deroga dal servizio SPISAL e la valutazione del radon.

È necessario che siano rispettate le seguenti caratteristiche di carattere generale:

  • altezza utile interna dei locali dove viene svolta attività m 3.00 , nei locali ad uso accessorio (spogliatoio, servizi igienici ecc.) altezza minima m 2.40;
  • per il calcolo della superficie minima dello spazio per l'attività, in termini di sala attività, docce, servizi igienici e spogliatoi, rimane comunque prescritto un minimo di due servizi igienici confrontare la tabella in basso
  • almeno un servizio igienico per disabili, purché fruibile da spazi comuni;
  • un locale o adeguato spazio di primo soccorso;
  • nel caso di attività collocate in condominio dovrà essere prodotta certificazione a firma del tecnico che attesti la realizzazione di tutti gli accorgimenti necessari affinché l'attività non arrechi disturbi a terzi; inoltre l'attività è soggetta alla valutazione dell'impatto acustico ai sensi dell'art. 8 della legge 447/95;
  • aerazione naturale, ove possibile, preferibilmente pari a 1/20 della superficie in pianta, in alternativa potranno essere prescritti sistemi integrativi e/o sostitutivi dell'aerazione naturale.
    Solo artificiale rispondente ai requisiti delle Norme UNI 10339 e UNI 13779. Tali impianti devono essere soggetti ai protocolli tecnici di manutenzione;
  • preferibilmente illuminazione naturale, ove possibile, di almeno 1/10 della superficie in pianta, in alternativa artificiale;
  • devono essere rispettate le norme di superamento delle barriere architettoniche.
Qualora si tratti di locali seminterrati e/o interrati è preferibile che siano collegati al locale soprastante, che deve essere adibito ad identica attività o compatibile, non disgiunta da quella svolta al piano terra; pavimenti e pareti contro terra devono possedere idonei requisiti d'isolamento termoigrometrico e di protezione dall'umidità (vespaio e/o intercapedine) e dall'ingresso del radon dal sottosuolo.
Spogliatoi utenti

Devono essere previsti locali distinti per sesso (per dimensioni in rapporto all'utenza confrontare la tabella in basso).

Servizi igienici

Devono essere previsti locali distinti per sesso minimo 1+1 di cui uno per disabili purché fruibile da spazio comune. Devono avere accesso da un anti - w.c. (per numero in rapporto all'utenza e numero di lavabi confrontare la tabella in basso)

Docce

Devono essere previsti locali distinti per sesso e separati dai servizi igienici (per numero in rapporto all'utenza confrontare la tabella in basso). Inoltre dovranno essere dotate di ventilazione artificiale con almeno 5 ricambi/ora se continua e 10 se temporizzata, con durata tale da garantire un ricambio completo ad ogni utilizzo.

Inoltre le docce e i servizi igienici rappresentano un punto critico di esposizione di aerosol pertanto è necessario il rispetto degli adempimenti e delle misure di prevenzione come da accordo del 13/01/2005 "conferenza permanente fra Stato e le Regioni e PP.AA", in materia di legionellosi.

Locali deposito/magazzino

Devono essere previsti locali/spazi delimitati con pareti anche con altezza minima di mt. 2,00, da destinarsi a deposito attrezzature, materiale di sanificazione.

Pavimenti

devono essere di facile pulizia e disinfettabile. La scelta dei materiali dovrà essere diversificata a seconda dell'attività svolta (corpo libero o utilizzo di attrezzi).

Vetrate

Tutte le superfici vetrate devono essere a norma antinfortunistica e/o antisfondamento. Ogni possibile fonte di pericolo presente (sporgenze, elementi appuntiti ecc.) deve essere eliminata o adeguatamente protetta

Percorsi interni

È opportuno ottimizzare i percorsi interni in modo da preservare una buona condizione igienico-sanitaria, in particolare dall'accesso della struttura agli spogliatoi che non dovranno interferire con le sale per l'attività fisica.

Sistema di vie di fuga

Devono essere previste idonee vie di fuga. Sono possibili misure inferiori a m 1,20 fino ad un minimo di m 0,80, apribile verso la via di esodo fino a 25 persone.

Le vie di uscita devono essere due, di cui una di larghezza di 1,20 m e l'altra non inferiore a 0,80 m per una capienza maggiore di 25 persone. Nel caso di attività collocate solo nel piano interreato o seminterrato le uscite dovranno essere di m 1,20.

Impianto Sala/e attività N° utenti Spogliatoi Docce Wc e lavabi
Superficie totale impianto MQ* Superficie indicativa destinata alla sala attività** 1 utente per ogni 4 mq della sala attività** Coefficienti per il calcolo della superficie degli spogliatoi. N° utenti per coefficiente Rapporto numero docce/ utenti distinti x sesso Rapporto numero  wc e lavabi/utenti distinti x sesso
Da 100 a 500 60% 1/4 0,95 1/10 1/10
Da 501 a 1.200 65% 1/4 0,85 1/10 1/12
Da 1201 a 1500 e oltre 70% 1/4 0,75 1/12 1/15

*Impianto: insieme di uno o più sale per l’attività motoria che hanno in comune spazi e servizi di supporto ed accessori non disciplinato dalle Federazioni sportive Nazionali (norme CONI), finalizzate al raggiungimento del benessere psico-fisico

**Sala attività: spazio destinato esclusivamente alla pratica dell’attività motoria

Bibliografia: tratto dal Regolamento regionale 29/05/1998 n° 16 della Regione Umbria bollettino ufficiale n° 38 del 08/06/1998

Ultimo aggiornamento: 03/12/2018
Condividi questa pagina: