Qualità dell'aria e inquinamento atmosferico

Qualità dell'aria e inquinamento atmosferico

Problematiche relative alla presenza di inquinanti nell'atmosfera, proposte per il risanamento dell'aria della città

L'inquinamento rappresenta un rischo per la salute delle persone.

In questa pagina trovate interventi di informazione, studi di settore, proposte per migliorare la qualità dell'aria in città.

Negli ultimi giorni, a causa delle condizioni meteo che hanno portato ad un ristagno degli inquinanti atmosferici, sono stati registrati in tutto il Veneto, Provincia di Verona compresa, superamenti del valore limite giornaliero di PM10, anche con concentrazioni significativamente superiori ai 100 µg/m3. Come comunicato da ARPAV, si ricorda che il superamento della soglia dei 100 µg/m3 per 3 giorni consecutivi fa scattare il livello di criticità 2. Tale livello di criticità è stato raggiunto in data 01.01.2017 negli Agglomerati di Treviso, Venezia, Vicenza e Verona e nella città di Rovigo, mentre nell’Agglomerato di Padova era già stato superato il giorno precedente. Poiché si prevedono livelli di PM10 elevati almeno fino a giovedì 2 febbraio, ARPAV conferma la criticità 2 per l’agglomerato di Treviso, Venezia, Vicenza, Verona e per il Comune di Rovigo, oltre che per l’agglomerato di Padova - informativa del 1 febbraio 2017 (link a pdf esterno). Per ulteriori approfondimenti sui livelli di PM10, sulle stazioni di riferimento ed i gradi di criticità consultare il sito di ARPAV (link esterno)

L’Istituto Superiore di Sanità cerca di dare il proprio contributo alla lotta all’inquinamento attraverso un decalogo. È stata pubblicata una lista di 10 cose da fare durante le emergenze inquinamento:

  1. Usare i mezzi pubblici
  2. Se proprio si deve usare l’auto, non viaggiare da soli
  3. Rallentare di almeno 10 km/h rispetto ai limiti di velocità
  4. Non parcheggiare in doppia fila
  5. Controllare che il riscaldamento sia spento prima di andare via dall’ufficio
  6. Chiudere il riscaldamento di casa se si è in vacanza
  7. Abbassare il riscaldamento di 1-2 gradi e mettere un maglione in più
  8. Limitare l’uso della legna per il riscaldamento
  9. Limitare le attività ricreative, sportive e di gioco all’aria aperta
  10. Tenere al riparo bambini, anziani e chi è affetto da patologie respiratorie e cardiovascolari
Ordinanza sindacale 39 del 10 ottobre 2016

Il Comune di Verona ha disposto il divieto di circolazione, con finalità preventive e di contenimento degli episodi acuti di inquinamento atmosferico, ad alcune categorie di veicoli. L'ordinanza rimarrà in vigore nel periodo compreso tra il 17 ottobre e il 23 dicembre 2016 e dal 9 gennaio al 31 marzo 2017

Circolazione limitata per i veicoli più inquinanti 2016-2017

Pagina web del Comune di Verona con i provvedimenti antismog in cui si ha la sintesi dell'ordinanza stessa

Grafici con numero di superamenti del limite giornaliero di 50 μg/m3 di PM10 anni 2005-2015 e concentrazioni medie annuali di PM10 nelle stazioni di rilevamento anni 2010-2015. Si segnala, come da monitoraggio ARPAV, che dai primi dieci giorni di dicembre nelle stazioni di rilevamento dei Comuni di Verona e di San Bonifacio è stato oltrepassato il limite massimo di 35 superamenti annui del valore limite giornaliero di 50 μg/m3 per il PM10, di cui al D.Lgs. n.155/2010

Pagina del Sito web ARPAV relativa alla concentrazione di inquinanti, superamento dei limiti stabiliti per anno

Impianti di produzione conglomerati bituminosi

Indagine presso i residenti di una zona ad ovest di Verona riguardo la segnalazione di molestie da odore di bitume

ARPAV. Campagna di monitoraggio della qualità dell'aria in località Madonna di Dossobuono - Verona

Monitoraggio di composti organici volatili in località Madonna di Dossobuono - Verona. Inquadramento geografico e meteo climatico, risultati analitici, considerazioni conclusive

Bibliografia inquinamento atmosferico

Principali riferimenti bibliografici e scientifici sugli effetti sulla salute umana dell’inquinamento atmosferico.

Esposizione dei bambini alle polveri sottili in Europa

I bambini molto piccoli, e probabilmente anche i feti, sono molto sensibili all’inquinamento atmosferico. L’evidence attuale è sufficiente per attribuire una relazione causale tra inquinamento atmosferico dovuto alle polveri sottili e decessi per disturbi respiratori nel periodo post-neonatale. Dal sito Epicentro.

Concentrazione di ozono nell'aria. Comportamenti per ridurre il più possibile l'esposizione all'inquinamento da ozono

Contenuti

I contenuti dell'argomento inquinamento

Domande Frequenti

Tutte le risposte sul tema inquinamento

Risorse

Otto proposte per migliorare l'aria di Verona

Otto proposte per migliorare l'aria di Verona

Proposte per la citta di Verona che possono contribuire l'implementazione di un progetto organico per migliorare la qualità dell'aria che respiriamo in città.

Piano Azione e Risanamento Qualità dell'Aria (PQA)

Piano Azione e Risanamento Qualità dell'Aria (PQA)

Obiettivi e azioni coerenti e condivise per contribuire al miglioramento della qualità dell'aria a Verona e area metropolitana

Esposizione a ozono

Esposizione a ozono

Concentrazione di ozono nell'aria. Comportamenti per ridurre il più possibile l'esposizione all'inquinamento da ozono

Potrebbe interessare

Sedi

Gli uffici ed i riferimenti per raggiungerci

Direttore

Informazioni sul Direttore del Servizio Igiene Sanità Pubblica

Personale

Il personale che lavora presso il Servizio Igiene Sanità Pubblica

Newsletter

Ricevi comodamente sulla tua email novità e scadenze