Domande frequenti Malattie Infettive - Viaggiatori

Tutte le risposte alle domande più frequenti dei temi trattati dalla Medicina dei viaggi, emergenze infettive comunitarie

Cosa posso fare per proteggere me e la mia famiglia dall'inquinamento?

È opportuno prestare attenzione alle notizie sull'inquinamento che vengono diffuse nei momenti più critici.

Per proteggersi dagli effetti dell'inquinamento atmosferico bisogna:

Stare in casa il più possibile quando i livelli di inquinamento sono alti specialmente se ci sono già condizioni di salute compromesse (in genere le concentrazioni degli inquinanti atmosferici sono più basse in casa che fuori).

Se è possibile, eseguire le proprie attività all'esterno nei momenti più favorevoli, tenendo presente che d'estate i livelli di ozono sono tanto più alti quanto maggiore è il soleggiamento.

Durante l'inverno il maggior accumulo d'inquinanti si verifica durante la notte, in presenza di particolari condizioni (es. elevato traffico, conformazione della zona) si possono determinare situazioni diverse da tenere in considerazione.

Non fare esercizio fisico all'aria aperta quando i bollettini dell'inquinamento segnalano condizioni sfavorevoli: più veloce si respira più inquinanti penetrano nei polmoni.

Queste misure sono in genere sufficienti a prevenire i sintomi negli adulti sani e nei bambini. Tuttavia, se una persona vive o lavora vicino a una fonte nota di inquinamento oppure soffre di una malattia cardiaca o polmonare, può rivolgersi al proprio medico di famiglia per ulteriori consigli su come proteggersi dall'aria inquinata.

Approfondimenti

Per saperne di più è possibile consultare i bollettini con le previsioni elaborate da ARPAV sull'inquinamento atmosferico. Vai ai bollettini (link esterno)

Domande per argomento

Sedi

Gli uffici ed i riferimenti per raggiungerci

Direttore

Informazioni sul Direttore del Servizio Igiene Sanità Pubblica

Personale

Il personale che lavora presso il Servizio Igiene Sanità Pubblica

Newsletter

Ricevi comodamente sulla tua email novità e scadenze