INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> Normativa di riferimento

Normativa di riferimento

Standard di autorizzazione all'esercizio e di accreditamento istituzionale delle strutture per l'infanzia

La Regione Veneto ha approvato nel 2002 una legge che disciplina l'autorizzazione  e l'accreditamento delle strutture sanitarie, socio sanitarie e sociali pubbliche e private: la L.R. n. 22 16/8/2002 "Autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie", tra cui gli asili nido.

Il 16 gennaio 2007 è stata pubblicata la DGRV esplicativa 84/2007 "Autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie, socio sanitarie e sociali", che specifica gli standard di autorizzazione all'esercizio e di accreditamento istituzionale di tali strutture.

Per quanto riguarda i nidi le tipologie soggette ad autorizzazione all'esercizio sono:

  • asilo nido,
  • micronido,
  • nido aziendale,
  • nido integrato,
  • centro infanzia.

Inoltre sono previste altre unità di offerta non soggette ad autorizzazione all'esercizio, ma che entrano a far parte del sistema dei servizi resi in quanto previsti dal Piano socio – sanitario regionale. Queste strutture hanno comunque l'obbligo di comunicazione di avvio di attività, da presentare al comune dove hanno sede, pur non essendo soggette alla procedura di autorizzazione e accreditamento. Esse comprendono fra l'altro le seguenti tipologie:

  • Servizi ludico-ricreativi / ludoteche;
  • Servizi integrativi sperimentali per la prima infanzia (che precedentemente alla legge 22  erano denominati “baby parking");
  • Comunità di tipo familiare mamma-bambino.

L'autorità competente all'autorizzazione e all'accreditamento dei servizi per l'infanzia e dei servizi per minori (escluse le comunità educative riabilitative per preadolescenti e adolescenti) non è più la Regione bensì il Comune, che eventualmente può avvalersi di consulenti esterni.

La valutazione viene fatta attraverso schede di autovalutazione predisposte, con i requisiti generali e specifici (Allegato C), che l'utente autocompila con l'aiuto di un facilitatore messo a disposizione dalla struttura preposta all'autorizzazione/accreditamento.

L.R. 16 agosto 2002, n. 22 "Autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie, socio sanitarie e sociali" - approvazione dei requisiti e degli standard, degli indicatori di attività e di risultato, degli oneri per l'accreditamento e della tempistica di applicazione, per le strutture sociosanitarie e sociali

Vai alla Legge (link interno)
Ultimo aggiornamento: 27/12/2018
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito