Home > Aree tematiche > U.O.S. Salute e Ambiente > Linee guida edilizia > Linee guida per la progettazione di piscine private

Linee guida per la progettazione di piscine private

Descrizione e tipologia degli accorgimenti da adottare in conformità della legislazione vigente. Per piscine private fino a quattro unità abitative

CARATTERISTICHE DELL'IMPIANTO

  • Descrizione e dimensioni della vasca balneatoria
  • È opportuno prevedere un lavapiedi e una doccia in prossimità della vasca per consentire di lavarsi prima di entrare in vasca (per salvaguardare la qualità dell'acqua di piscina) e quando si esce per liberarsi dal cloro depositato sulla pelle;
  • Le mattonelle del pavimento esterno dovranno essere antisdrucciolo;
  • L'area della piscina dovrà essere dotata di opportuni accorgimenti che impediscano l'accesso autonomo da parte dei bambini alla vasca;
  • Prevedere opportuni sistemi di allontanamento delle acque superficiali e/o di lavaggio del pavimento in modo che non interferiscano con l'acqua di piscina;
  • I reflui dovranno essere correttamente smaltiti secondo le normative ed i regolamenti locali vigenti in merito;
  • I locali tecnici dove alloggeranno i filtri, i serbatoi dei prodotti e le pompe dosatrici dovranno essere opportunamente aerati;
  • I contenitori dei prodotti chimici, specialmente se liquidi, dovranno essere posizionati in idonei bacini di contenimento di capacità almeno uguale a quella dei contenitori stessi;
  • Le qualità dell'acqua in vasca, ai fini della sicurezza igienica, devono essere conformi ai limiti della tabella A allegata all'Accordo 16/01/2003. Usare prodotti autorizzati dal Ministero della Salute.
Ultimo aggiornamento: 23/11/2018
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito
pin CORONAVIRUS

DPCM 11 marzo 2020
Misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale.
Aggiornamenti nella pagina sull'infezione da coronavirus